FAQs

I nostri specialisti risponderanno a ogni tua domanda sui diversi aspetti del mondo della pesatura.

  • Cosa intendiamo quando parliamo di verifica nella manutenzione di una pesa a ponte?

    Azione svolta al fine di realizzare una verifica del peso con masse o pesi noti, e che nessuna azione viene eseguita sulla regolazione attuale senza emettere alcun tipo di certificato.
  • Cosa intendiamo quando parliamo di regolazione nella manutenzione di una pesa a ponte?

    Azione svolta al fine di realizzare una regolazione del peso con masse o con pesi noti, da cui si modifica la regolazione corrente e da cui non si prendono letture per realizzare alcun tipo di certificato.
  • Cosa intendiamo quando parliamo di taratura nella manutenzione di una pesa a ponte?

    Azione svolta al fine di effettuare, con l'utilizzo di masse, una raccolta di dati di lettura in diversi punti del range di lavoro.

    È necessario specificare i valori prima e dopo la regolazione. NON È NECESSARIA ALCUNA REGOLAZIONE.

    Comporta un certificato di tipo ISO o una scheda di taratura o certificato dell'ENAC. Ciò è in linea con le esigenze del cliente nella procedura di qualità.

    In questo certificato è presente un numero massimo di valori di errore previsti dalla normativa. Ciò non significa che non siano accettabili da parte del cliente, poiché è esso a dare i suoi errori come accettabili. Questi sono specificati nella procedura di controllo qualità.
  • Cos'è la verifica primitiva o la CE?

    Azione che deve essere realizzata da un organismo autorizzato (ad esempio Giropes), con un' approvazione del modello (celle e visore con un modello di montaggio), con masse, una raccolta dati di letture in diversi punti all'interno del range di lavoro. Specificare i valori dopo la regolazione.

    DEVE ESSERE REALIZZATA UNA REGOLAZIONE da cui si ricava un certificato di tipo CE. Questo ha una validità di 2 anni (molte aziende lo fanno ogni anno per evitare errori e assicurarsi che tutto sia corretto. Si può essere più restrittivi della norma).

    In questo certificato abbiamo un valore di errore massimo pari alla metà del valore previsto dalla normativa. (da 0-500div a 0,5 E, da 500-2000 a 1e e da 2000-3000div a 1,5 e). Questi valori (raccolta dati) NON vengono forniti. Se si desidera raccogliere i dati, questi devono essere accompagnati da un certificato ISO o ENAC.

    * Quella primitiva è la prima verifica della macchina o del gruppo, quando c'è una modifica di un qualsiasi elemento del gruppo (che cambia l'approvazione), e può essere considerata come primitiva. Le altre verifiche sono dette periodiche.
  • Cos'è la verifica periodica?

    L'azione che deve essere svolta da un ente ufficiale di raccolta dati di letture, con masse, in diversi punti all'interno del range di lavoro. Specificare i valori dopo la regolazione. Non sarà necessaria alcuna regolazione. Da cui deriva un certificato tipo CE.

    Ha una validità di 2 anni. (Alcune aziende lo fanno ogni anno per evitare di commettere errori e per assicurarsi che tutto sia corretto. Si può essere più restrittivi della norma).
    Questo certificato ci fornisce i valori di errore massimi previsti dalla normativa. (0-500div a 1e, 500-2000 a 2e e 2000-3000div a 3e). Questi valori (raccolta dati) NON vengono forniti. Se si desidera prendere i dati, devono essere accompagnati da un certificato ISO o ENAC.
  • Cos'è la CE unitaria?

    Azione per eseguire la verifica CE o la verifica primaria da parte di un organismo autorizzato senza l'approvazione del modello (di apparecchiature approvate, ma senza un modello di montaggio)
  • Cosa intendiamo con "fondo scala"?

    Il fondo scala (FS) è la capacità della bilancia.
  • Cosa intendiamo per divisione di verifica?

    La divisione di verifica (e) è l'incremento con cui viene configurata la bilancia.
  • Cosa intendiamo per peso minimo?

    Il peso minimo in metrologia legale è di 20 divisioni rispetto allo zero, ovvero lo zero lordo.
  • Qual è la differenza tra multi range e multi intervallo?

    Se prendiamo l'esempio di una bilancia con una capacità di 6/15 kg:

    Nel carico si comporteranno allo stesso modo, da 2 g in 2 g fino a 6 kg e da 5 g in 5 g fino a 15 kg.

    Analizziamo cosa abbiamo nell'attrezzatura multi intervallo dell'esempio: vado da 2 g in 2 g di carico (da 0 a 6 kg) e ancora da 2 g in 2 g di scarico (da 6 kg a 0 kg), quindi, ho solo 1 tipo di divisione intorno allo zero: 2 g. Il peso minimo è di 20 x e = 20 x 2 = 40 g.

    D'altra parte, nel multi range dell'esempio abbiamo da 2g in 2g di carico (da 0 a 6kg) e da 5 g in 5 g di scarico (tutto lo scarico a 5g) quindi avrò 2 tipi di divisione 2 g e 5 g. Ciò significa che, se ho due divisioni intorno allo zero, avrò anche 2 pesi minimi, uno al carico 20 x 2 = 40 g e un altro allo scarico 20 x 5 = 100g.

    L'etichetta metrologica cambia, ovviamente da un tipo all'altro.
  • Ho appena installato il mio nuovo dispositivo di pesatura e non pesa.

    Controllare se i fermi di trasporto sono sbloccati.

    Quindi, qualora si continui a non pesare, assicurarsi che i piedi siano posizionati correttamente senza toccare la piattaforma.

    Ancora non funziona?
    - Contatta il tuo distributore
    - Contatta la nostra assistenza tecnica
    - Servizio RMA per la restituzione della merce
  • La bilancia o il visore non si accende.

    Assicurarsi che il cavo di rete o l'alimentatore sia collegato correttamente alla bilancia/visore.

    Controllare che ci sia corrente alla presa a cui è stato collegato l'apparecchio.
  • Il mio indicatore/bilancia o la stampante collegata non stampa.

    Per prima cosa controllate se c'è della carta e se questa è posizionata correttamente. Controllare di nuovo i passaggi indicati nel manuale fornito nella confezione del prodotto o scaricare il manuale dalla sezione download.

    Il foglio esce bianco? Controllare che il lato termico del foglio sia posizionato correttamente (se non si è sicuri, girare la carta).

    Ancora non stampa? Assicuratevi che la carta sia termica strofinandola con l'unghia.
  • Il peso oscilla.

    Passaggio 1. Assicurarsi che tutti e quattro i piedi tocchino terra.

    Passaggio 2. Controllare che la batteria sia carica.

    Passaggio 3. Controllare i collegamenti del cavo della cella.

    Passaggio 4. Verificare che il cavo sia in buone condizioni.
  • Non comunica in RS232?

    Assicurarsi che la velocità di trasmissione e il tipo di parità siano gli stessi tra i dispositivi.
  • L'ingresso USB dell'indicatore GI650i è per tastiera e cursore?

    No, l'USB del computer è configurato per l'uso con una tastiera e per l'esportazione e l'importazione di dati.
  • Il database dell'indicatore GI650i supporta la creazione di tabelle completamente personalizzate?

    No, è necessario utilizzare il formato csv
  • Il Gi650 ha un'opzione per le celle digitali o solo analogiche?

    Il dispositivo attualmente supporta celle analogiche.
  • L'indicatore GI650 può essere collegato ad un ERP?

    Non in linea di principio, ma può essere soppesato in fase di studio.
  • Posso scaricare i pesi (indicatori GI6xx)?

    Sì, a condizione che il prodotto sia scelto al momento dell'ordine con usb (opzionale).
  • Posso ricevere il segnale direttamente dalla piattaforma? Posso far attivare dei relè? Posso avere il segnale in mA?

    Una piattaforma va alimentata con una tensione molto ben regolata per ottenere un differenziale dell'ordine di mV (da 0 a 10 mV nella maggior parte dei casi) che occorre filtrare, amplificare, convertire in peso, ecc. Tutte queste operazioni sono garantite dall'indicatore.

    Una volta che il peso viene ricevuto dall'indicatore, è possibile inviarlo tramite il protocollo RS-232 di serie, tramite RS-485 o via Ethernet per mezzo di schede opzionali. Questo peso viene inviato con il protocollo di comunicazione selezionato a ciascuna porta. Se necessario, a fronte di una piccola spesa, è possibile aggiungere protocolli personalizzati.

    È inoltre possibile riconvertire il segnale del peso in un segnale analogico, ma una "potenza” di molto superiore. Questo è il caso dell'uscita analogica opzionale, che permette di avere un segnale proporzionale al peso, sia in tensione da 0 a 10 V che in corrente da 4 a 20 mA.

    Un'altra opzione è quella di aggiungere una scheda di relè. Questo permette, attraverso la modalità "limiti", di assegnare un valore ad ogni relè, in modo che ciascun relè si attivi quando raggiunge il valore designato. Oppure, tramite l'opzione "Z rel" se c'è un relè (RL1) che è attivo solo se il peso corrisponde esattamente al valore impostato e un altro relè (RL2) che è attivo fino al raggiungimento del peso programmato.
  • Devo stare accanto all'indicatore per utilizzare la GIAPP?

    No. Con l’opzione Wi-Fi, l'indicatore crea la propria rete attraverso la quale il dispositivo Android si collega ad esso. La portata media è di circa 75 metri, a seconda della struttura dell'ambiente in cui viene utilizzato (pareti, strutture metalliche, ecc.).
    Si ha anche la possibilità di collegare l'indicatore al Wi-Fi aziendale, la portata dipenderà da quest’ultimo e potrebbe superare i 75 metri tra l'indicatore e il dispositivo Android.
  • Posso utilizzare la GIAPP senza il modulo Wi-Fi sul mio indicatore?

    Sì, se questo ha il modulo Ethernet. Il modulo Ethernet può essere utilizzato per collegare l'indicatore alla rete Wi-Fi del sistema, che può poi essere utilizzato per visualizzare e controllare l'indicatore tramite GIAPP.